Crea sito
Accessori sposo: quali sono e come sceglierli

Accessori sposo: quali sono e come sceglierli

Accessori sposo: quali sono e come sceglierli

In questo articolo parleremo di tutti gli accessori che andranno a completare l’abbigliamento dello sposo.

Anche se generalmente la protagonista del matrimonio è sempre la sposa, anche lo sposo dovrà essere all’altezza della sua futura moglie.

Quindi, lo sposo oltre all’abito dovrà curare nei minimi dettagli anche la scelta di tutti gli altri accessori.

Accessori sposo: quali sono e come sceglierli

PAPILLON

Il papillon, o farfallino è l’ideale su uno smoking nero e dovrà essere anche lui dello stesso colore.

Mentre, se scegliete il frac, il papillon dovrà essere assolutamente bianco su un colletto cassè.

CRAVATTA

La cravatta è l’accessorio più usato.

Potete sbizzarrirvi con tessuti e colori, abbinandola, magari, al colore dei fiori o di un dettaglio dell’abito della sposa.

Ricordate però, che è un giorno molto importante e speciale, quindi non esagerate con fantasie e colori poco eleganti.

Un’ alternativa alla normale cravatta è il platron, che non è altro che una cravatta più lunga che si annoda con un solo passaggio esterno e si fissa con una spilla al centro.

GEMELLI

I gemelli si indossano esclusivamente con il tight e il mezzo tight ma sono consigliati anche per gli abiti eleganti.

Oltre alla fede, sono gli unici gioielli concessi allo sposo, e devono essere in oro giallo o bianco.

Se indossati, vanno fatti vedere, quindi il polsino della camicia deve sporgere dalla giacca per due o tre centimetri. La camicia deve, naturalmente, essere predisposta per l’utilizzo dei gemelli, ed avere quindi un polsino con doppia asola.

SCARPE

Le scarpe devono essere di pelle liscia, molto sobrie senza stampe.

Ci sono 4 tipologie tra le quali potete scegliere:

– La “Richelieu” o “Oxford”. E’ un tipo di scarpa molto formale con l’allacciatura stretta. Se è di colore nero potete abbinarla ad un gessato o ad abiti scuri e di tessuto morbido tipo Principe di Galles.

– La “Derby”. E’ meno formale della Richelieu e con l’allacciatura più larga. Questa calzatura va generalmente bene con i completi meno formali. Si abbina anche bene con il velluto, il tweed e i tessuti un po’ più spessi.

– La “Collège”. Praticamente è il mocassino “loafer” o “penny loafer”. È sicuramente la meno formale e dato che non ha le stringhe è anche più comoda.

I mocassini (loafers) dalla forma allungata sono un’elegante alternativa alle scarpe stringate. Il nero è sicuramente la scelta migliore.

– La “MonkStrap” è la scarpa con la fibbia. E’ una via di mezzo tra la scarpa formale stringata e il mocassino sportivo.

CALZINI

I calzini dovranno essere esclusivamente neri o comunque di colore scuro. A meno che non decidiate di vestirvi completamente di bianco, sono assolutamente vietati i calzini di questo colore. Da evitare assolutamente anche le fantasie. Inoltre, vanno sempre indossati, anche se si sceglie, come scarpa, un mocassino.

BOUTONNIERE

La boutonniere è il classico fiore all’occhiello. Si indossa in alternativa alla pochette, su rever della giacca. Deve essere abbinato ai fiori e ai colori della cerimonia o al bouquet della sposa.

CINTURA

La cintura dovrà essere, naturalmente, abbinata all’abito e alle scarpe. Non esagerate con la grandezza della fibbia e come materiale puntate sull’eco- pelle.

FASCIA

Per poter indossare la fascia, molto originale ed elegante, l’abito deve essere il più possibile simile allo smoking.

La fascia dovrà abbinarsi agli altri accessori del vestito, in particolare al papillon o al fazzoletto nel taschino sia per quanto riguarda il tessuto sia per il colore.

Foto copertina di nihan güzel daştan da Pixabay